# # # # RASSEGNA DELLE GITE ESCURSIONISTICHE ORGANIZZATE DA # # # # SERGIO OLLIVIER

In questo sito ho raccolto le molte gite escursionistiche che in ventitreanni di attività ho organizzato per un noto Club Alpino di Trieste.
Sono a disposizione per informazioni e la collaborazione nella preparazione e l'assistenza pratica nello svolgimento per quanti, persone
singole, Club Alpini o altre organizzazioni similari, intendessero organizzare una loro gita escursionistica nel territorio intorno a Trieste
I miei recapiti: Sergio Ollivier - email: escursionineidintorniditrieste@gmail.com - 3493413641 cell.- 040941262 casa

La via alpina – tratto da Lazzaretto a Predjama

.
Diario di 5 giorni passati in compagnia di Manfredi

Venerdì 29 maggio 2009

In programma c'era una conferenza-incontro di Manfredi nella sede del CAI XXX Ottobre.Reduce da due giorni di verifiche mediche e due estenuanti conferenze in quel di Verona, Manfredi, sull'auto condotta dalla moglie, è giunto quasi in extremis al nostro appuntamento triestino. Alle ore 18, nella sala riunioni, naturalmente non affollata (esigua pubblicizzazione?) ma attenta e interessata, ha esposto vari aspetti del suo grande trekking sulla via Alpina, soffermandosi specialmente sulla filosofia di vita che lo ispira e gli da la forte motivazione per cimentarsi in questa non facile impresa. Sentito e molto trattato il suo impegno in favore dell'ADMO, l'Associazione per la donazione del midollo osseo. Un dirigente, presente in sala, ha esposto gli elementi concreti e gli intenti che sono la base della loro meritoria associazione.Accompagnato da un piccolo video e parte del documentario sul trekking fatto nel 2008 –gli Appennini, dalla Liguria fino a Erice in Sicilia– Manfredi ha esposto con molta chiarezza e semplicità, molte altre considerazioni sulla preparazione a questi previsti 93 giorni di camminata in solitaria al cospetto della maestosità dell'intero arco alpino.Gli amici di Trieste, hanno concluso l'incontro con una piccola rassegna fotografica riguardante l'itinerario iniziale da Muggia, località Lazzaretto, fino a Predjama da compiersiin 3 giornate di cammino, durante le quali avranno l'onore di affiancarlo nel suo affrontare il tratto iniziale del grande "Guya trekking 2009".Accompagnato da "cugine triestine" Manfredi ha concluso la sua intensa giornata raggiungendo la storica "Trattoria alle Cariatidi" delle Noghere (rio Ospo), dove soggiornerà nella giornata di sabato 30 maggio in attesa ritemprante dell'arrivo della domenica 31 maggio e, finalmente del momento dell'effettivo inizio della sua lunghissima camminata.L'appuntamento, aperto anche a altri eventuali escursionisti, è previsto per domenica 31 maggio alle ore 7.15 presso la stazione delle autocorriere di Muggia. Con l'autobus n° 7 delle ore 7.30 ci si recherà a Lazzaretto dove, alle ore 7.40, dal campeggio di San Bartolomeo partirà la sua prima giornata di cammino che osserverà, pressappoco questa tabella di marcia, con l'eventuale possibilità di aggregazione o di uscita dal previsto itinerario della prima giornata del suo "Guya trekking 2009".ore 7.40 partenza da Lazzaretto.ore 8.30 Muggia vecchia (chiesa) – autobus 27ore 10 Santa Barbara – autobus 32ore 11 Ex valico di Rabuiese (Ex Kompas) – autobus 47Passando per i paesi di Plavie, Antiniano (Tjnjan) e Ospo, si arriverà a Kastelec.ore 13.30 circa: frugale pranzo presso l'agriturismo Vlado di Kastelec.Proseguimento per il castello di San Servolo, monte Carso, e discesa a Bagnoliore 16 rifugio Premuda autobus 40 e 41.La val Rosandra e Bottazzoore 17.30 Draga sant'Elia (Locanda da Mario) e infineore 18.30 presso l'ex Kompas, ora "Gostilna pri Brigiti", cenetta per festeggiare la conclusione della sua sua prima giornata di cammino, che però avrà effettiva fine presso lo Zeleni Center (centro nel verde) distante ancora ½ ora di cammino, dove avverrà il suo primo pernottamento.Anticipiamo che dallo Zeleni center, alle ore 7.30 di lunedì 1° giugno inizierà la sua seconda tappa, con mete Cocusso, Lipizza, Corgnale e per finire, le magnifiche grotte di San Canziano.



Domenica 31 maggio 2009
Si inizia! La "levataccia" è alle ore 6; preparativi personali di tutto quanto occorre per dare inizio a questi 3 giorni da trascorrere in compagnia di Manfredi, nella parte iniziale della sua grande avventura. Ore 6.45 sto aspettando il mio miglior "braccio destro", Andrea Panarella, per raggiungere Manfredi alla trattoria alle Cariatidi, dove ha pernottato. Il seguito del diario....a stasera (se sopravvissuti)

Tabella effettiva di marcia:
Ore 7.10 Incontro con Manfredi
Ore 7.30 partenza da Muggia con l'autobus 7
Ore 7.50 Lazzaretto: inizio dell'escursione
Ore 8.45 Muggia vecchia: incontro con l'ADMO
Ore 10.30 Santa Barbara: saluto con gli amici dell'ADMO
Ore 13.00 Tinjan: alle falde del monte
Ore 14.15 Ospo: campeggio e Grotta dell'Ospo
Ore 15.15 La dura salita e il panorama
Ore 16.00 Kastelec: Agriturismo Vlado, minestrone di bobici
Ore 16.30 San Servolo: un magnifico panorama
Ore 17.45 Monte Carso: prima della discesa
Ore 18.15 Val Rosandra; cippo Comici e chiesetta S. Maria
Ore 19.00 Bottazzo: paesino appartato presso il confine
Ore 19.45 La ex ferrovia, ora pista ciclopedonabile
Ore 20.00 Draga S.Elia l'effettiva fine escursione
Ore 20.30 Zeleni Center: la presa possesso per il pernottamento
Ore 21.00 Valico di Kozina: la cena, tutti assieme
Ore 23.00 L'arrivederci a domani...

Lunedì 1° giugno 2009
Ore 8.30 Zeleni Center: colazione e amicizia con Stefano Senni
Ore 9.45 Cocusso, il rifugio (chiuso) e il panorama verso il Nanos
Ore 10.15 Partenza dal Cocusso. il ghiaione e la bella vista su Trieste e l'altopiano
Ore 11.20 Ex valico tra Basovizza e Lipizza, il comprensorio dell'allevamento dei cavalli
Ore 12.35 Lipizza: emergendo dal mare d'erba, il frequentato centro turistico.
Ore 13.50 Lokev (Corgnale) il paese, la lauta mangiata, la cordialità della gente
Ore 14.50 Lokev: ripartenza e velocemente verso san Canziano
Ore 15.45 Matavun (San Canziano): l'arrivo in exstremis per visitare le celebri grotte.
Ore 17.30 fine visita, preso possesso appartamento per il pernottamento
Ore 18.30 Chiacchiere e stuzzichini con gli amici di Trieste
Ore 20.00 Matavun: il saluto con l'arrivederci alla mattina seguente


Martedì 2 giugno 2009
Ore 8.30 Matavun: ritrovo con gli amici Sergio, Andrea e Dario. Partenza dall'B&B Znidarich: si percorre il sentiero traversale sloveno n° 1. Dopo un belvedere sul fiume Timavo, che scorre 163 metri più in basso, si raggiunge le 8 case di Gradischie.
Ore 9.20 Aereoporto di Divaccia; attraversiamo il grande prato. Dopo un basso sottopassaggio della ferrovia, si segue a lungo il segnavia bianco-rosso.

Ore 10.45 Bivio per l'Auremiano: affabile incontro con un'altra comitiva. Si entra nel piccolo paesino di Gabrce
Ore 11.05 Gabrce; dopo l'abitato si prosegue lungo la strada asfaltata fino a raggiungere Senosecchia.
 
 
Ore 11.50 a Senosecchia: ristorante Stari Grad (chiuso). Seguendo sempre il segnavia n° 1, attraversando grandi prati fioriti si arriva ad un'altro frequentato ristorante.
Ore 12.30 Ristorante: pranzo all'aperto non tanto frugale. con ripartenza alle ore 13.30. Si riprende una carrareccia che, valicata una selletta, raggiunge le case di Razdrto (Prevallo). Siamo allo spartiacque fra il mare Adriatico e il mar Nero, ai piedi del monte Nanos, che per ragioni di
tempo e notevole peso dello zaino (23 kg.) non viene salito.



Ore 14.45 Razdrto: primo incontro di Manfredi con un computer agibile;
Ore 15.00 Proseguimento su stradina asfaltata.
Ore 16.00 Strane, dove avviene un'altro incontro con gruppetto di persone far incuriosire; si prosegue seguendo il segnavia.

 


Ore 12.30 Ristorante: pranzo all'aperto non tanto frugale. con ripartenza alle ore 13.30. Si riprende una carrareccia che, valicata una selletta, raggiunge le case di Razdrto (Prevallo). Siamo allo spartiacque fra il mare Adriatico e il mar Nero, ai piedi del monte Nanos, che per ragioni di
tempo e notevole peso dello zaino (23 kg.) non viene salito.

Ore 9.20 Aereoporto di Divaccia; attraversiamo il grande prato. Dopo un basso sottopassaggio della ferrovia, si segue a lungo il segnavia bianco-rosso.


Ore 10.45 Bivio per l'Auremiano: affabile incontro con un'altra comitiva. Si entra nel piccolo paesino di Gabrce
A Manfredi vada il mio augurio di buon "Guya Trekking 2009"
Sergio Ollivier


Domenica 31 maggio 2009
Si inizia! La "levataccia" è alle ore 6; preparativi personali di tutto quanto occorre per dare inizio a questi 3 giorni da trascorrere in compagnia di Manfredi, nella parte iniziale della sua grande avventura. Ore 6.45 sto aspettando il mio miglior "braccio destro", Andrea Panarella, per raggiungere Manfredi alla trattoria alle Cariatidi, dove ha pernottato. Il seguito del diario....a stasera (se sopravvissuti)
Tabella effettiva di marcia:
Ore 7.10 Incontro con Manfredi
Ore 7.30 partenza da Muggia con l'autobus 7
Ore 7.50 Lazzaretto: inizio dell'escursione
Ore 8.45 Muggia vecchia: incontro con l'ADMO
Ore 10.30 Santa Barbara: saluto con gli amici dell'ADMO
Ore 13.00 Tinjan: alle falde del monte

Ore 14.15 Ospo: campeggio e Grotta dell'Ospo
Ore 15.15 La dura salita e il panorama
Ore 16.00 Kastelec: Agriturismo Vlado, minestrone di bobici
Ore 16.30 San Servolo: un magnifico panorama
Ore 17.45 Monte Carso: prima della discesa
Ore 18.15 Val Rosandra; cippo Comici e chiesetta S:Maria
Ore 19.00 Bottazzo: paesino appartato presso il confine
Ore 19.45 La ex ferrovia, ora pista ciclopedonabile
Ore 20.00 Draga S:Elia l'effettiva fine escursione
Ore 20.30 Zeleni Center: la presa possesso per il pernottamento
Ore 21.00 Valico di Kozina: la cena, tutti assieme
Ore 23.00 L'arrivederci a domani...
Lunedì 1° giugno 2009
Ore 8.30 Zeleni Center: colazione e amicizia con Stefano Senni
Ore 9.45 Cocusso, il rifugio (chiuso) e il panorama verso il Nanos
Ore 10.15 Partenza dal Cocusso. il ghiaione e la bella vista su Trieste e l'altopiano
Ore 11.20 Ex valico tra Basovizza e Lipizza, il comprensorio dell'allevamento dei cavalli
Ore 12.35 Lipizza: emergendo dal mare d'erba, il frequentato centro turistico.
Ore 13.50 Lokev (Corgnale) il paese, la lauta mangiata, la cordialità della gente
Ore 14.50 Lokev: ripartenza e velocemente verso san Canziano
Ore 15.45 Matavun (San Canziano): l'arrivo in exstremis per visitare le celebri grotte.
Ore 17.30 fine visita, preso possesso appartamento per il pernottamento
Ore 18.30 Chiacchiere e stuzzichini con gli amici di Trieste
Ore 20.00 Matavun: il saluto con l'arrivederci alla mattina seguente

Martedì 2 giugno 2009
Ore 8.30 Matavun: ritrovo con gli amici Sergio, Andrea e Dario. Partenza dall'B&B Znidarich: si percorre il sentiero traversale sloveno n° 1. Dopo un belvedere sul fiume Timavo, che scorre 163 metri più in basso, si raggiunge le 8 case di Gradischie.


Ore 9.00 Gradisce, piccolo abitato con l'interessante chiesetta affrescatadi Sant'Elena. Con una carrareccia si raggiunge un piccolo aereoporto.
Ore 17.30 Smihel: l'ultimo piccolo paesino prima di Predjama; ancora con tratturi segnalati, si raggiunge Predjama e il suo magnifico castello nella roccia.
Ore 18.15 Predjama: fine della terza giornata del "Guya Trekking 2009";



Cena finale presso la gostilna Posar, anche luogo del pernottamento di Manfredi.

Ore 20.00 Commovente commiato di Sergio, Andrea, Dario (Rambo) & c. da Manfredi

A Manfredi: i nostri affettuosi auguri di "BUON CAMMINO"
Presentazione:
www.escursionineidintorniditrieste.blogspot.com/2009/04/la-prossima-grande-traversata-da-muggia.html

Descrizione dell'itinerario Lazzaretto - Pesek, Zelene center: www.escursionineidintorniditrieste.blogspot.com/2009/05/in-prima-bozza.html








































































































Nessun commento:

Posta un commento